Boco

10 settembre of 2012 by

Qualche chef si organizzi e rubi subito questa idea ai franzosi!!! Il concetto è semplice: rendere accessibile con le modalità e soprattutto i prezzi della ristorazione rapida una cucina di alto livello. Da Boco ci sono riusciti per il 50% coinvolgendo dei bravi chef nell’ideare una ventina di piatti, per il 25% puntando sul fattore biologico e per la restante parte facendo tanto buon marketing. Perché gli chef oltre a metterci le ricette ci mettono la faccia in fotografia, sui muri del locale, e disegnata, su ogni contenitore o meglio bocal, e dare un nome ed un volto ai propri piatti effettivamente rende i prodotti (tautologia pura) non anonimi, un pò come avviene per i desiner dell’ikea. I due locali di Boco, uno a Opera e l’altro a Cours Saint Emilion, sono organizzati con il metodo della ristorazione rapida ma con un appeal decisamente chic: i cibi sono confezionati in contenitori ermetici in vetro e conservati in banco frigo pronti per essere messi nel proprio cestino (che roba odiosa alla cappuccetto rosso). Attingendo dal menù  decisamente vario, tra gli antipasti abbiamo provato il pomodoro farcito di formaggio di capra su verdure saltate al basilico, il Gaspacho con crema di caprino fredda ai semi di anice ed una grandiosa insalata di gamberi con sedano-rapa, mela e gelatina di arancia con mostarda all’ancienne. Per primo abbiamo preso una lasagna di polenta con funghi, spinaci e formaggio veramente deliziosa, con sapori decisi e distinti e opportunamente riscaldata prima di essere servita. Per non farci mancare il dessert abbiamo provato una doppia crema al cioccolato nero e bianco con praline di noci caramellate. I piatti, disegnati per essere conservati e gustati nei bocal, impressionano per la qualità delle materie prime e soprattutto per la preparazione che esalta accostamenti insoliti e gusti sempre ben definiti. A differenza di Exki, nonostante si debba ancora vincere l’ostacolo di prendere un piatto pronto da un banco frigo, qui si riesce a sperimentare una cucina di livello alto, dovendo comunque fare qualche compromesso con l’impossibilità di gustare alcuni tipi di cibo che richiedono una preparazione espressa. I prezzi sono un pò alti e con meno di quindici euro (prezzo del menù del giorno per antipasto+ piatto+dessert a scelta tra alcuni del menù) difficilmente si riesce a mangiare; per contro oltre i 20 euro non si va e c’è la possibilità di bere acqua in caraffa gratuita! Noi abbiamo mangiato seduti ma il tutto si può gustare anche come take away ai medesimi prezzi ma con la possibilità di tenere i contenitori in vetro, mica male!!!

Prezzo: Menu a 15 euro
Zona: Opera, Haussmann, Cour Saint Emilion, Bercy, Saint Lazare
Monumento/attrazione turistica: Opera, Louvre, Place Vendome, Cour Saint Emilion, Parc de Bercy
Tipologia: Gastronomia
Indirizzi:
  1. Boco Opéra – 3, rue Danielle Casanova, 75002 Paris, France – Ouvert du lundi au samedi de 11h à 22h
  2. Boco Bercy – 45, cour saint Emilion, 78012 Paris, France – Ouvert 7 jours sur 7 de 11h à 22h30
  3. Boco Saint Lazare – 5 bis rue du Rocher, 75008 Paris, France  -Prochaine ouverture
http://www.boco.fr
Voto:5/5
 
[google-map-sc]

Previous:

Exki

Next:

Gyoza bar

You may also like

Post a new comment