Culinaria 2014, un fiore in cucina

19 maggio of 2014 by

Culinaria atto IX, e per il prossimo anno sarà veramente difficile fare meglio.

Nell’edizione dedicata alle chef donna, dal titolo “Un fiore in cucina”, l’impronta femminile si è subito vista nell’organizzazione del padiglione, dove rispetto allo scorso anno sono stati meglio valorizzati sia i cooking show sia i tanti espositori, dando uno spessore diverso alla manifestazione.

Su palco del teatro abbiamo ritrovato come nel 2013 Loretta Fanella, appartenente a quella categoria di pasticciere che non ha paura di svelare i segreti della propria arte. Tranquilli, lo fa perché tra le sue mani sembra tutto semplice, ma una volta abbiamo provato a rifare una delle sue meringhe a forma di uccellino e ne è uscito fuori un muflone.

Culinaria 2014-8

Culinaria 2014-7Culinaria 2014-6

Di Cristina Bowerman, oltre alla sua versione della vignarola, con bottoncini ripieni di carciofi, fave e pisellini in brodo di prosciutto, ci ha colpito l’amore e la luce negli occhi che si sprigiona quando spiega i suoi piatti e quando parla con i suoi collaboratori, capopartita giovani e bravissimi.

Culinaria 2014-16

Culinaria 2014-18

Su suo suggerimento proveremo i prodotti della Fattoria di Fiorano, azienda agricola di Roma in zona Appia, che fornisce già Romeo e Glass e di cui abbiamo gustato un’insalata di farro con yogurt e odori del’orto.

Culinaria 2014-15

Non abbiamo potuto seguire tutti gli eventi ed il rammarico più grande è di aver perso Pamela Yung e Marion Lichtle.

Con meno enfasi rispetto alla scorsa edizione, quando lo street food aveva invaso allegramente il festival, quest’anno nel segno dei pochi ma buoni (o meglio ottimi) il pranzo è stato affidato alle api di Romeo, Diogene e Mozao che hanno portato a Culinaria le loro specialità “ambulanti”.

Culinaria 2014-1

Per i pranzi seduti, ad alto contenuto gourmet, erano presenti Pro loco d.o.l., Aromaticus e Simposio.

Noi abbiamo preso le deliziose tigelle di Mozao, la Zozzona, con battuto di lardo e parmigiano, e la Capriccioso, con ciauscolo e crema di broccoli, accompagnamento perfetto per le ottime birre di Theresianer.

Culinaria 2014-5

Come sempre imperdibile lo stand di prodotti Pro loco d.o.l., baluardo della gastronomia laziale presidiata dall’allegria e dalla competenza di Vincenzo Mancino, uno di quelli che ti vede una volta e la seconda si ricorda di te e ti sorride.

Tra le curiosità che ci hanno attirato maggiormente gli alimenti disidratati di Chef Bazar, azienda che partendo dal tartufo ha esteso la tecnica ad altri cibi come il pesto di basilico o la mozzarella, con risultati sorprendenti per la capacità di salvaguardare gli aromi dando agli alimenti consistenze completamente differenti: un parco giochi nelle mani degli chef e cuochi più fantasiosi.

Culinaria 2014-23

Culinaria si è confermato uno dei festival gastronomici più interessanti della capitale e per i 10 anni ci aspettiamo cose grandi!

Previous:

This is Food 2014!!

Next:

Gelato Festival Roma 2014

You may also like