Flash mob MagnaMagna, qualche considerazione

06 ottobre of 2012 by

Oggi abbiamo partecipato al flash mob MagnaMagna contro l’ordinanza del sindaco di Roma che vieta, testuali parole, di sostare per consumare cibi e/o bevande nelle aree di particolare pregio storico e culturale ricomprese nel perimetro della città storica di Roma Capitale.


Abbiamo scelto di partecipare perchè l’ordinanza non ci convince, e non ci convince paradossalmente più nella forma che nella sostanza. Il degrado e il non rispetto dei luoghi storici ovviamente non è tollerabile e si può essere solo contenti se le istituzioni comunali si attivano per contrastare queste forme di incivilità. Ma c’era bisogno di questa ordinanza? La polizia municipale non aveva già strumenti a disposizione per contrastare gli eccessi e il bivacco? Io credo di sì, e ricordo chiaramente il cartello ai piedi di Piazza di Spagna che vieta di mangiare e bere sulla scalinata di Trinità dei Monti. Come al solito, però, la politica è più interessata all’effetto annuncio (mi prendo cura della città e punisco questi turisti zozzoni che sporcano la Roma nostra bella) e allora ecco lì che per far passare il rigoroso, integerrimo e irreprensibile messaggio dell’inflessibile giunta che governa la Capitale, il mangiare seduti in centro diventa un atto sanzionabile.

Non sarebbe stato più ragionevole individuare un elenco di zone dove vietare il consumo di cibo, cosa che trovo giustissima in alcune aree (a mio parere avrei inserito anche la scalinata del Campidoglio dove si è tenuto il flash mob)  e, ove mancassero, dotare di strumenti normativi la polizia municipale per multare chi sporca la città e in particolare il centro storico, magari con una ammenda più pesante?


Spero che il nostro Sindaco ci ripensi e fornisca alla città uno strumento di contrasto al degrado più articolato e plasmato sulle reali esigenze di decoro e pulizia della città, tema per il quale peserò molto il mio voto alle prossime elezioni.


Nel frattempo preferiamo ricordare il nostro Sindaco così, mentre si mangia trippa e polenta in strada e in pieno centro di Roma peraltro in ottima compagnia…ahhhh se la legge fosse retroattiva!

Previous:

MagnaMagna

Next:

Ino Arcangelo

You may also like

Post a new comment