Gelateria Corona

27 aprile of 2012 by

Se c’è una cosa che mi piace dello street food a Roma è che mangiare un gelato di cattiva qualità è davvero difficile: basta avere un minimo di accortezza nell’evitare le catene che offrono coni grandi come teste di neonati e i bugigattoli dove i cartellini dei gusti sono dei prestampati forniti dall’azienda stessa che produce il gelato (probabilmente utilizzando gli stessi macchinari e materie prime). Quando la media è così elevata per fare la differenza le alternative sono o diventare un’eccellenza o farsi venire delle idee originali e la gelateria Corona secondo me appartiene alla seconda categoria.

Situata davanti al capolinea del tram 8 presso Largo Argentina, questa piccola gelateria ci ha conquistato per i suoi gusti alla frutta esaltati da “innesti” tutti da scoprire: si comincia dalla fragola e dal limone entrambi al basilico, che vinto il primo impatto del tipo “chi cazzo ha messo una bruschetta sul mio gelato???” si fanno davvero apprezzare per la veste inattesa dell’erba aromatica; si passa poi al lampone e cardamomo, spezia che ho imparato ad amare nei kanelbullar dell’ikea e che arricchisce curiosamente il sapore delle bacche che altrimenti, personalmente, trovo abbastanza anonime.

Più stagionale che mai, il gusto colomba si presenta come una mandorla “rinforzata” da piccoli e gustosi morsetti del dolce pasquale, che ci ha colpito per il carattere estremamente artigianale, quasi casalingo (avete presente quando dopo le feste vi rimane a casa una valigia di prelibatezze che dovrete smaltire a pranzo cena e colazione nelle due settimane seguenti?). In ultimo, un pò meno esotico ma sempre curioso, ci è sembrato il gusto prugne e cioccolato, seppure il meglio di sé questa gelateria per noi lo raggiunge con la frutta e il mandarino ne è la prova evidente (amici che producete il Gran Soleil al mandarino, caricate le vostre armi con agrumi di Sicilia e sparatevi un colpo in testa!!!!). La gamma dei gusti ovviamente è più molto ampia e non mancheremo di aggiornare la recensione quando ci torneremo. La panna, poi, è davvero la prova del nove di una gelateria e questa vi assicuro che la supera appieno, grazie ad una qualità e consistenza davvero superiori.

Le granite non siamo riuscite a provarle ma ci ripromettiamo di farlo al più presto, specialmente quella alla ricotta, che non ho preso perché una granita dopo un gelato sarrebbe stato per me un attestato di identità suina. Inutile dire che se qualcuno di voi riuscisse a farlo prima saremmo contentissimi di ricevere un commento. Dopo tutto non è che solo noi dobbiamo metterci all’ingrasso per portate avanti il blog!

Prezzo:2/4 euro
Zona: Largo Argentina, Campo dei Fiori, Ghetto, Pantheon
Monumento/attrazione turistica: Pantheon, Portico d’Ottavia
Tipologia: Gelateria
Indirizzo:Largo Arenula 27
Orari:
Voto:3,5/5
 
[google-map-sc zoom=”15″]

Previous:

Cambi

Next:

Mondo Arancina

You may also like

  • 07 feb

    Manaish

    < 5 euro

    Se da Manaish si mangia la vera cucina libanese? Non so dirvelo, non avendo nessun ...

  • 04 nov

    Ladurée a Roma

    < 10 euro

    Frivola, elegante, snob, fiabesca, eccessiva (e non solamente nel prezzo), esclusiva (sicuramente nel prezzo), sorprendente, ...

  • 3.5
    04 ott

    Pizzeria Mammapà

    < 5 euro

    Quante volte passeggiando per Borgo Pio vorrei dire agli sprovveduti avventori delle tante pizze al ...

  • 4.0
    30 ago

    da Bianca – Borgo pio

    < 5 euro

    Bianca a Borgo Pio è un alimentari dove la qualità dei salumi e dei formaggi ...

Post a new comment