Kebab Valenziani

16 giugno of 2012 by

Il Kebab. Nel bene e nel male è sicuramente lo street food che nell’ultimo decennio si è diffuso maggiormente qui a Roma, scalzando le nostre amate pizze al taglio e insidiando il mercato dei fast food. Ricordo che nei primi anni 2000, quando aprivano uno dietro l’altro, non erano pochi i minchioni che ipotizzavano dietro questi negozietti mediorientali delle cellule dormienti di Al Quaeda e invece l’unico attacco che è partito da queste “basi”  è stata qualche nottata passata al bagno, maledicendo della carne bisunta o delle salse piccanti aromatizzate alla morte. Trovare un kebab di qualità non è infatti un compito facile (e nemmeno obbligatorio visto che spesso le cose più zozze sono anche le più buone) ma quello di via Valenzani è sicuramente un indirizzo che vi terrete ben stretti e che vi farà ricredere su molti clichés sorti intorno a questo cibo da strada.

Il locale, a pochi passi da Porta Pia, è un vero e proprio ristorante, che accoglie gli avventori con un bancone suggestivo e imponente, dietro al quale 3 differenti doner kebab di manzo, vitella e pollo, girano in costante cottura, sprigionando un odore estasiante. La carne, fresca, mai eccessivamente grassa e ben speziata, ha un gusto deciso ed una consistenza succosa, e si distingue dallo standard dei kebab surgelati, comunemente importati dalla Germania, per la qualità nettamente superiore. Bizzarro a dirsi, ma addentando questo panino si ha la sensazione di gustare il sapore naturale della carne e non qualcosa che ricorda la carne, come invece capita spesso dalle altre parti.

Un ottimo kebab ha bisogno però di un buon pane e qui la yufka (come apprendo da wikipedia visto che da bravo animale l’ho sempre  chiamata “a piadina”) è davvero superba, essendo preparata direttamente da loro, a vista, su una grande e tondeggiante piastra tradizionale di metallo. Nulla a che vedere con quei kebabbari che utilizzano pane confezionato, carico di grassi e conservanti e dal gusto osceno. E in ultimo un ottimo kebab non può essere tale senza dei buoni condimenti che qui di certo non mancano: pomodoro e insalata sono arricchiti da hummus, crema di melanzane, crema di patate e rughetta, salsa yogurt, salsa piccante ed altri intingoli sfiziosi, tutti preparati nelle loro cucine.

Per chi avesse voglia di provare qualcosa di diverso, poi, basta presentarsi al locale il martedì ed il venerdì, quando uno dei tre spiedi viene dedicato al pesce ed in particolare al kebab di cernia, offerta credo unica a Roma, che sa conquistare per il suo gusto delicato e speziato, con il coriandolo ad esaltarne la freschezza e con un sapore che è tutta una sorpresa per il palato. Il prezzo è leggermente sopra la media, 5 euro il kebab classico e 5 e 50 quello di pesce, ma oltre alla qualità qui ad essere superiore è anche la quantità, tanto che per contenerne l’abbondanza il kebab viene inserito in un bicchiere di plastica, che vi permetterà di non sprecare le scarpe scamosciate che volevate indossare a luglio per il matrimonio di vostro cugino. Lungi da noi il voler passare per un blog radical chic che esalta solo posti costosi, salutari e bio, quindi prometto presto di recensire un bel kebab chimicone che sappia dare conforto nelle serate passate a bere Peroni in giro per Roma!

Prezzo: 5/5,5 euro
Zona: Porta Pia, Via Veneto.
Monumento/attrazione turistica: Porta Pia, Ambasciata inglese
Tipologia: Kebab
Indirizzo: Via Augusto Valenziani, 14
Orari:
Voto:4/5
 
[google-map-sc zoom=”15″]

Previous:

Piadineria Time

Next:

Yesh Sheni

You may also like

Post a new comment