Pasticcerie a Parigi. A ciascuna la sua specialità

14 gennaio of 2016 by

20111106_logo beignet-03Se vivete a Parigi, dimenticate il cabaret di pastarelle miste da portare alla nonna per il pranzo della domenica. Sareste veramente out. La nuova moda della Ville Lumière sono le pasticcerie monoprodotto e qui vi daremo una manciata di indirizzi da non perdere.

Gout de brioche. Elegante come una gioielleria, in perfetta armonia con le gallerie d’arte che affolano la via, questa pasticceria sforna ogni giorno tra le migliori brioche sfogliate della città. Perfetta la caramellizzazione esterna, che crea una sorta di sigillatura che preserva l’umidità dell’impasto e l’odore dominante di burro. La scelta è molto ampia e spazia dalle varietà dolci, come la nature, la cioccolato e gianduia, la pere e zafferano, la albicocca e pistacchio o la praline e rose, alle varietà salate, come la saucisson, la vegetariana o la parigiano. A capo del progetto lo chef Guy Savoy e il suo pasticciere Christian Baudard. (54, rue Mazarine, Paris. Apertura : mar-ven 8. 30-9.30 ; sab-dom 8.00-19.30).

 

BRIOCHES-2

La Maison de la chantilly. Protagonista assoluto di questo indirizzo è la panna montata, che si può gustare in coni simili alle nostre lingue di gatto, in coppetta o in dessert come la pavlova o gli choux. La chantilly è prepotentemente in primo piano, molto più ricca della nostra panna da banco e con una consistenza veramente cremosa. Simpatica anche la versione in bottiglia da mezzo litro, da portare a casa e pronta per essere montata. (47, rue Cler, Paris. Apertura : mar-dom 10.00-19.30).

CHANTILLY-1

Mesdemoiselles Madeleines. Vi risparmiamo la citazione proustiana e veniamo al sodo. Madeleines così buone e così varie non le troverete in altri indirizzi di Parigi, complice la perfetta ricetta e la fantasia nelle combinazioni. Si va dalle classiche aromatizzate al limone o alla vaniglia, alle guarnite, come la caffè, la fragola e rose, la pompelmo e pistacchio, la nocciola o la cioccolato e menta. Da non perdere le gourmandes come la fragole e basilico, la lampone o la caramello, sormontate da una sfera fondente che si scioglie in bocca al primo morso, regalando consistenze sconosciute al mondo delle madeleines. (37, rue des Martyrs, Paris. Apertura : mar-sab 10.30/19.00; dom 10.30/14.00-15.30/18.30)

MADELEINE-1 MADELEINE-2

ME Mon Eclair. Dolce per eccellenza della tradizione francese, l’eclair viene qui rivisitato in chiave moderna, con creazioni originali che possono essere modificate a proprio gusto, grazie alla preparazione espressa. Si parte da una farcitura di base alla frutta, come il confit di limone o di ananas, si aggiunge una crema al cioccolato, al caramello o alla ganache montata alla vaniglia e si conclude con i topping come meringhe, mandorle caramellate o chips di ananas e cocco. Noi ci siamo affidati ad una delle creazione originali, pere e cioccolato, dopo un serratissimo testa a testa con l’ananas cheesecake e la tatin alla mela caramellata. (52, rue des acacias, Paris. Apertura : mar-sab 11.00-20.00 ; dom 10.00-13.00)

MON ECLAIR-1

Choux di Popelini. Quanta finezza nelle ricette di Popelini, pasticceria che offre una varietà di choux molto ampia, che va dai gusti più classici, come caffè, vaniglia o cioccolato, alle combinazioni più sofisticate, come caramello salato, marron glacé, praline o rosa e lamponi. Gli choux hanno una pasta molto sottile e asciutta, che contiene le farciture generosissime, dense e dai colori intensi e lucidi. Uno spettacolo per gli occhi e per il palato, che fa sbiancare il pastarellone al cioccolato di noi cugini d’oltralpe. (29, rue Debelleyme, Paris. Apertura : mar-sab 11.00-19.30 ; dom 10.00-18.00. 44, rue des Martyrs, Paris. Apertura : mar-sab 11.00-19.00 ; dom 10.00-15.00).

CHOUX-1

 

Previous:

Profiterole Chérie

You may also like

Post a new comment