Pizza Zazà

08 marzo of 2013 by

pizza- 5 euro20111106_logo centre-03Senza alcuna soggezione per l’ingombrante vicinanza con uno dei santuari della gastronomia romana, la pizzeria Zazà è stata una bella sorpresa che abbiamo scoperto ad un soffio dal Pantheon nella piazzetta di Sant’Eustachio, quella del (forse troppo) blasonato caffè. Il locale è molto piccolo ma veramente ben organizzato, grazie soprattutto alla possibilità di gustare la pizza sui tavolini all’aperto senza i quali a dire il vero l’unica soluzione praticabile sarebbe l’asporto. Le parole d’ordine sono ingredienti biologici italiani, lievitazione di 24 ore e tanta fantasia che si riflettono tutti nelle teglie esposte dietro le due vetrine del bancone. Abbiamo provato una classica patate bianca, speciale per croccantezza e scelta del taglio a sfoglia delle patate ma forse penalizzata da una cottura eccessiva che bruciacchiando le patate ha fatto prevalere l’odore di fumo.

Pizza zazà

La margherita, che non è facile trovare veramente buona, qui raggiunge livelli alti, grazie all’impasto leggero ed al gusto ben definito dei due ingredienti principe, il pomodoro, con una deliziosa punta di acidità, e la mozzarella (non pastoni filanti fortunatamente). Un particolare sprint l’abbiamo trovato nella peperoni e bufala, veramente buona grazie all’accostamento azzeccato dei due gusti forti ma anche grazie alla sapiente gestione dell’umidità della pizza, mai eccessivamente penetrata dagli ingredienti e sempre croccante.

IMG_9554

Un pomeriggio in cui non avete nulla da fare, o potete cancellare con un tratto di penna gli appuntamenti dalla vostra agenda, dovete lanciarvi sulla pizza trippa e fagioli: deliziosa, con una irresistibile crema di fagioli e pomodoro ed una generosa spolverata di pecorino, ma ci siamo capiti. No, non aggiungo altro. Si dai mi riferisco proprio a quello. Se l’ho ripresa? No, e non credo che lo rifarò, ma la beata incoscienza della prima volta ha soddisfatto davvero appieno il palato quindi lanciatevi!!

pizza

Fino a qui quello che ci è piaciuto della pizzeria che però in alcuni altri assaggi non ci ha convinto pienamente sia nel gusto che nella realizzazione, con la pizza troppo cotta ed eccessivamente asciutta o con l’esperienza tutta da dimenticare della pizza tonda a domicilio: ottimi nel servizio ma di qualità inspiegabilmente bassa, come se a farla non fosse stata la stessa pizzeria, peccato. In ogni caso le sbavature ci piace vederle come peccati di gioventù di una pizzeria che si distingue per uno standard superiore rispetto alla media del centro di Roma e siamo sicuri che con un collaudo più lungo si riuscirà ad aggiustare il tiro anche su questi aspetti.

bancone

I prezzi, forse anche per difendersi dalla concorrenza sleale di chi offre cibo spazzatura a basso costo, sono “giusti” con molte teglie che stanno sui 12/15 euro al kg e con gli abbinamenti più ricercati che arrivano a 17 euro al kg, insomma nulla di trascendentale. Se passeggiate nella zona di Piazza Navona o del Pantheon non fatevi quindi mancare una tappa da Zazà ma attenti a non prendere la pizza take away per mangiarla seduti all’ombra di un monumento: nella zona i vigili applicano in modo inflessibile la legge che vieta il consumo di cibo in strada !!

IMG_9557

Prezzo: 6 euro
Zona: Pantheon, Piazza  Navona.
Monumento/attrazione turistica: Pantheon
Tipologia: Pizza
Indirizzo: Piazza Sant’Eustachio
lun – sab: 09:00 – 23:00, dom 19:00 – 24:00
Voto:3,5/5
[google-map-sc zoom=”15″]
 

Previous:

Zia Rosetta

Next:

Vitaminas 24

You may also like

  • 16 dic

    Forno Roscioli

    < 10 euro

    A Roma sono sopravvissute poche certezze. Una di queste è che nei pressi di un ...

  • 08 mar

    Pizza Zazà

    < 5 euro

    Senza alcuna soggezione per l’ingombrante vicinanza con uno dei santuari della gastronomia romana, la pizzeria ...

  • 0.0
    01 ott

    Mordi e Vai

    < 5 euro

    Se c’è una cosa su cui praticamente tutti sono d’accordo ė che Roma sia una ...

  • 4.0
    20 mag

    Kalapà

    < 5 euro

    Non mi importa se fosse così l’autentica cucina di Zorba, non mi interessa sapere se ...

Post a new comment